Siamo a tua disposizione per qualsiasi informazione. Chiamaci o scrivici su Whatsapp

Home | Blog | Ricettario | Rituale per farsi pagare da un debitore
Rituale per farsi pagare da un debitore
08/02/2021

In questo periodo di recessione economica il denaro diviene, ogni giorno di più una necessità più che uno sfizio e non serve leggere le previsioni della stampa, basta dare un’occhiata ai propri conti correnti.

Questa pratica si esegue tradizionalmente per venire pagati da un debitore ed è a metà strada tra un rituale di dominio ed uno di denaro. Concordano tutti, in questo caso, che per cimentarsi in questa operazione la fase lunare è ininfluente, come si dice nel caldo sud: ”But don’t let the Moon Phases hold you back: if the timing is not right, you can do the work whenever it is best for you”, ovvero non permettete alla luna di trattenervi, se anche non fosse il momento giusto eseguite il “lavoro” quando è giusto per voi, il giorno migliore tuttavia per fare questa pratica è il sabato.

Procurarsi: una candela da sette giorni verde, olio Compelling/Apremiante, olio Dinero ed olio Intranquillo, erba Alfalfa, un foglietto di carta da pane marrone o carta da pacchi, matita, polvere di Dominio, un piatto, carboncini per bruciare l’incenso. Scrivere il nome del debitore nove volte sul foglietto, a matita, e nove volte scrivere sopra incrociando “DAMMI I MIEI SOLDI”.

Nella grafica i nomi esemplificativi sono scritti con colori diversi per fare capire il modo corretto di preparare questo lavoro.

Ungere a questo punto i quattro angoli con ciascuno degli olii.
Spruzzare al centro la polvere di dominio e un pizzico di erba Alfalfa.
Piegare il foglietto verso di se e metterlo nel piatto.
Incidere sulla candela verde, dopo averne rimosso la plastica di protezione, l’immagine di un diavoletto, non importa che sia un capolavoro, è sufficiente che ricordi la foggia classica di un diavolo.

Sulla stessa candela scrivere dall’alto verso il basso, ossia dallo stoppino alla base, per nove volte la frase “DAMMI I MIEI SOLDI”. Ungere la candela con ciascuno degli olii, metterla sopra al foglio ed accenderla. Dire:”Diavolo Verde, io voglio ciò che mi appartiene per diritto”.

Accendere la candela, estrarre il foglietto da sotto, avvicinarlo alla fiamma e dire:”Diavolo Verde, questo è il mio comando, finché (nome della persona) non paga i miei debiti fagli sentire i rimorsi nella coscienza, fallo bruciare nel rimorso, che senta in bocca solo cenere, nei suoi sogni sia tormentato, ricordagli il debito che ha con me ogni volta che pensa al denaro, ogni volta che tocca il denaro, ogni volta che sente la parola denaro ed ogni volta che vede del denaro. Non dargli pace!”.

Rimettere il foglietto sotto alla candela. Bruciare su un carboncino un po’ di erba Alfalfa. Ripetere l’operazione ogni giorno per sette giorni. Qualora il debitore pagasse in questo lasso di tempo togliere il foglietto da sotto la candela e ringraziare il Diavolo Verde. Nel caso non avvenisse prima dello spegnimento automatico del cero bruciare il foglietto e dire:”Se non mi paghi ti faccio bruciare affinché tu possa comprendere la tua colpa”.

I resti della cera si porteranno ad un incrocio di quattro strade.

Share:
Trustpilot
Ricevi il 10% di sconto
X