Siamo a tua disposizione per qualsiasi informazione. Chiamaci o scrivici su Whatsapp

Home | Blog | Misteri | CIPRIANO, SANTO E MAGO
CIPRIANO, SANTO E MAGO
02/10/2020

San Cipriano è sicuramente una delle figure maggiormente associate all’universo magico. La moltitudine di libri e grimori che gli sono stati attribuiti nel corso degli anni ne fanno uno dei protettori assoluti degli stregoni, certamente ma anche uno dei santi in grado di sconfiggere definitivamente la magia ed i mali malefici. L’esorcismo di San Cipriano è una delle pratiche più diffuse per eliminare fatture, incantesimi e stregonerie in maniera definitiva, si tramanda infatti che sia l’unica pratica in grado di spezzare anche i malefici che vengono ingeriti dall’incauta vittima. Nacque a Cartagine nel 210 d.C., prima della sua conversione si dice che si dedicasse alle arti oscure e che fosse uno dei maghi più potenti della sua epoca, avendo addirittura stipulato un patto diabolico. Successivamente abbandonò totalmente la magia e dopo essersi convertito seguì il percorso ecclesiastico al punto da diventare Vescovo. A questo santo sono attribuiti molti testi magici, molti dei quali in lingua spagnola e portoghese, essendo largamente venerato anche in America Latina. I testi attribuiti a San Cipriano vengono comunemente chiamati Ciprianillos e sono collezioni di pratiche e rituali che si dice fossero stati eseguiti dal celebre santo.

A livello magico viene invocato per risolvere ogni tipo di situazione, da quelle amorose (si veda ad esempio il Velon Regresa, che cita appunto nell’orazione il santo), per avere fortuna nei giochi di sorte e le vincite e, naturalmente per debellare il male in ogni sua forma o avere protezione. A San Cipriano è associato altresì il celebre talismano conosciuto come Lo Sterminatore, che riporta iscrizioni misteriose e simboli di protezione quali lo scorpione, che troviamo anche nella simbologia dei pentacoli di Marte e la Croce di Caravaça. Questo sigillo si indossa per essere difesi da fatture e malocchio, ma anche, e qui emerge la vecchia natura duplice del santo, per difendere dai colpi di ritorno quando si eseguono lavori esoterici. Gli operatori dell’occulto e chi si dedica alla magia in genere portano al collo questa medaglia sicuri di essere tutelati durante i loro lavori esoterici.

L’iconografia di san Cipriano lo dipinge sempre in abiti talari, con l’abito da vescovo e il suo pastorale.

Share:
Trustpilot
Metodi di pagamento
Seguici sui social
Iscriviti alla newsletter
X