Il Libro Segreto della Quimbanda, ed. Il Crogiuolo

exu-marabo

Exù Marabò, nella Quimbanda, è il Capo reggente del Popolo degli Incroci dei binari (Povo dos Trilhos). Si tratta di una vibrazione, quella di Marabò, che lavora con diversi Orixàs ed è considerato uno degli Exùs più potenti dalla tradizione. Affonda il suo mistero in Africa, nelle regioni di Ketu, nell’odierna area nigeriana. Il suo nome traduce l’azione di Exù come protettore, come vero e proprio consigliere e alleato su questo piano terreno. Immaginate di avere dalla vostra parte un ricco ed elegante signore, pieno di esperienza, con i modi e le maniere un po’ retrò del secolo passato, il fare da cavaliere e la favella da politicante, donnaiolo e sensibile al fascino femminile. Si invoca Marabò anche nei rituali volti a svegliare la sessualità in una donna o per sedurla a livello erotico, oppure per blandirla e piegarla alla volontà di un uomo, non solo a livello di seduzione.

Le entità della Quimbanda che si presentano sotto questo nome parlano facendo lunghe pause e con molta delicatezza, hanno un portamento elegante ed eretto, estremamente educate nei modi e nel linguaggio. A livello astrale si veste di rosso e nero e indossa un elegante mantello. La tradizione vuole che Seu Marabò scenda nelle gire di Quimbanda parlando un perfetto francese, ma non è sempre così.

Quando viene incorporato dai suoi medium gradisce le bevande più fine, i vini più raffinati e i sigari più costosi. Lavora spesso nella linea negativa di Oxossi, alle dipendenze del Caboclo Arranca Toco, ma si muove anche alle dipendenze di Xangò. Ha caratteristiche molto simili a quelle di Exù Mangueira, tant’è che spesso le due entità possono venire confuse, nelle varie incorporazioni. I medium di Exù Marabò spesso e volentieri incorporano anche Exù Mangueira. Le offerte ad Exù Marabò vanno portate nelle encruzilhadas dove ci siano dei binari. L’ideale è un bell’incrocio stradale dove ci siano i binari dei tram a formare al centro una croce. Exù Marabò si incrocia difficilmente ad altre entità. Talvolta si unisce alla falange degli Ibeji, scendendo come un Exù Mirìm (Exù bambino) chiamato Marabò Toquinho, che lavora alle dipendenze di Ogùm e che riceve le offerte negli angoli degli incroci in cui passino dei binari.

Tratto da Il Libro Segreto della Quimbanda, ed. Il Crogiuolo