OYÁ/YANSÃ IL VENTO E LE TEMPESTE

Signora dei venti, delle bufere e dei temporali, Santa Barbara, è Yansã la regina di Koso, una delle tre mogli di Xangô. L’amazzone dalla pelle d’ebano é una delle Yabàs più conosciute e venerate di tutto il Brasile. Bella, di una bellezza selvaggia e aggressiva che non ha bisogno di trucchi o cosmetici per apparire, è passionale, focosa ed ardente come le donne commemorate dal famoso scrittore Jorge Amado nei suoi romanzi. Yansà non accetta vincoli o compromessi di nessun genere: la sua furia, nel momento dell’ira è più violenta e incontenibile di quella dello stesso Xangô. Anticamente Ojà era il nume tutelare del fiume Niger. Figlia di Yemanjá e Aganjú, prima di sposarsi con Xangô, Yansã fu compagnaindomita d’Ogum Aiakà, il Rompe Mato Signore delle foreste; ma si raccontano anche alcune sue scappatelle con Oxossi Akerà. Secondo la leggenda Yansã sottrasse a Xangô il segreto per lanciare fuoco dalla bocca, e d’allora l’intrepida Yabà lancia fulmini, saette e scariche elettriche contro i suoi avversari, folgorandoli senza pietà e in maniera definitiva.

Yansã è la “Guerriera” per eccellenza che combatte per la giustizia, fiera e sfrontata sì, ma mai tracotante. Le medium quando la incorporano portano al collo una collana di perline rosso granata e brandiscono l’eruexim[1]oppure una foglia della pianta “la spada di Santa Barbara”, che é il suo simbolo.

Riceve gli ebòs vicino alle pietraie, dove gira l’energia di Xangô; ai piedi delle cascate, fra i sassi; preferibilmente in luoghi molto ventilati.

Yansã regge i sentimenti forti e audaci, pertanto i suoi figli e figlie si contraddistinguono per passionalità, allegria, capacità d’adattamento e rapidità di pensiero. Tradizionalmente ci sono nove Oyás e le leggende imputano questo fatto ad Ogum: molto più semplicemente, le nove Oyás potrebbero rappresentare i maggiori affluenti del delta del Niger, che, guarda caso sono nove. Le sue manifestazioni sono legate essenzialmente ai vari modi di presentarsi ed ai miti legati alla sua vita: gioventù, maturità e vecchiaia. Le affinità tra Yansã e Pomba Girasono molte e leggendo le caratteristiche dei caratteri delle sue figlie, scoprirete il perché.



[1] Frustino fatto con una coda di cavallo. Viene utilizzato per scacciare gli Egúns,i morti che tornano dall’oltretomba nei sogni o nelle infestazioni domestiche.

Oferendas

Giorno della settimana: mercoledì

Numero rituale: 9

Curiador: moscato, spumante dolce

Colore: rosso granata, giallo arancio, marrone

Fiore: rosa tea

Frutto: mela, prugna, mango

Piatto: di coccio

Bicchiere: coppa

Olio: dendê

Amalás: igname, uova, miele, fagioli dell’occhio, gamberi secchi, carne di capra

Condimenti: sale, cipolla, alloro, peperoncino

Omaggio: nastri gialli

Orikì: Epparrey Oyá